Broker Forex: il trampolino di lancio del trader

Prima di scegliere un broker forex tramite il quale operare sul mercato dei cambi attraverso Internet, è necessario confrontare alcuni elementi. Il primo tra tutti, che accomuna peraltro i migliori intermediari online, riguarda la legalità dell’attività del broker stesso. Per eseguire un controllo sicuro, è necessario innanzitutto cercare la sede legale dell’intermediario scelto. In base alla località riscontrata, si andrà a verificare quale è l’organo di vigilanza borsistica preposto per il rilascio delle licenze del settore, in quel determinato territorio. Se il nome della commissione corrisponde all’autorizzazione posseduta dalla società esaminata, si tratta di un intermediario sicuro. E si può dunque procedere alla valutazione dell’offerta completa.

Broker Forex: la piattaforma di trading

Il software proposto dagli intermediari regolamentati è, generalmente, uno strumento di qualità. In quanto basato sulle più innovative tecnologie del settore. E’ veloce e facile da usare. E spesso viene fornito anche in modalità mobile. Per il Forex Trading, i programmi considerati tra i migliori sono almeno un paio. Tra cui la famosissima piattaforma MetaTrader.

L’ideale sarebbe che il mediatore consenta ai propri clienti di testare l’utilizzo del software. Attraverso la registrazione ad un account demo. Funzione molto utile anche per mettere in pratica i concetti studiati. Il materiale didattico, peraltro, dovrebbe essere compreso nel pacchetto.

Parallelamente all’acquisizione di nozioni ed esperienza pratica, sarebbe bene testare anche la disponibilità del servizio assistenza al cliente. Un neo trader necessita di un supporto nella propria lingua e presente. Non è accettabile, effettivamente, perdere una buona opportunità sul mercato per la mancata celere risposta di un addetto alla gestione richieste.

Superati questi steps iniziali, si potrà iniziare a dare un’occhiata ai costi. A partire dal deposito minimo obbligatorio che, per le piattaforme più affidabili, non supera mai i 250 euro.

Bonus Trading: gli errori dei trader principianti

Spesso, un operatore totalmente inesperto, viene attratto dalle pubblicità sui bonus offerti dagli intermediari. Scegliendo il broker al quale affidarsi solo in base all’incentivo più alto. Ebbene, si tratta di un errore gravissimo.

Un bonus trading rappresenta una somma di denaro che il mediatore mette a disposizione del cliente, per consentirgli di iniziare la propria carriera con una cifra più alta. L’idea di per sé è ottima. In quanto banco di prova praticamente gratuito per quanto riguarda i primi ordini.

Il problema è che molti principianti non valutano l’incentivo per quello che è. Ovvero un aiuto a puro scopo investimento. Ciò significa che i soldi regalati dal broker forex in questione sono vincolati a determinate condizioni di utilizzo e non prelevabili. Questo “lato oscuro” dei bonus trading viene spesso considerato come truffa. Ma, a pensarci bene, non differisce molto dai buoni che può offrire, ad esempio, un supermercato. Spendibili solo in una determinata catena e per spese superiori ad una certa cifra.